Quando l'azione legale è efficace?  
     
 

Assistenza legale

L’efficacia di un procedimento giudiziale per il rientro di un mancato incasso non è dipendente dalle capacità professionali dell’avvocato al quale ci si affida. In questi casi, infatti, gli iter burocratici da seguire sono identici per tutti i legali su piazza e non sono certo queste le circostanze che possono far emergere le migliori attitudini al ruolo degli uni rispetto agli altri.
In questi casi serve solo sostanza; il buon esito dell’azione dipenderà,  a nostro avviso, da elementi fondamentali quali la tempestività di intervento e la costanza del professionista nell’interessarsi all’evolversi della posizione….sempre che esistano i presupposti per il rientro del credito! (Non esiste legale così efficiente da essere in grado di pignorare un bene ad un nullatenente).
Per questo la nostra procedura di intervento si articola in due fasi: la prima di studio, finalizzata a chiarire se e come intervenire, la seconda puramente operativa.
La logica applicata consente di conoscere a priori elementi  in assenza dei quali l’azione legale diventa assolutamente aleatoria: la capienza patrimoniale del debitore (quanti beni aggredibili possiede??), l’ammontare complessivo del valore di mercato delle sue proprietà (essere intestatario di un civile abitabile è diverso che esserlo di un rustico!!) , se i suoi averi sono liberi da pregiudizievoli (dire proprietario di un immobile ipotecato è come dire proprietario di niente!!), le cessioni di immobili dell’ultimo periodo ( per ottenere una revocatoria nel caso in cui abbia tentato di disfarsi di fabbricati altrimenti intaccabili)...
Solo sulla base di presupposti solidi daremo mandato ai nostri legali di intervenire, garantendoti il giornaliero interessamento alla posizione consegnataci in gestione.
Tanti altri particolari sarebbe estremamente interessante approfondire, ma in questa sede riteniamo di aver già dato sufficienti spunti di riflessione; tutti gli altri li conserviamo per raccontarteli di persona.